lunedì 25 novembre 2013

La frolla degli altri




Qesti giorni di pioggia sono quanto di meglio una pigrona come me possa chiedere durante il weekend. Ho la scusa per non uscire a meno che non ci sia qualcosa di veramente interessante da fare. Mi piace rimanere in casa con i termosifoni "a tutta callara", spatasciata sl divano con la copertina di pail a leggere i miei blog preferiti o sfogliare i libri di cucina sbocconcellando qualcosa di buono.

"La vuoi provare una ricetta di biscotti che riescono sempre e tengono la forma alla perfezione?"
Eccerto che la voglio provare, questo periodo non faccio altro che infornare testando ricette di frolle per i biscotti che solitamente regalo a Natale a parenti e amici. Quest'anno sto pure in anticipo sui tempi pensa un pò...

La ricetta me la passa l'Araba più felice del web ed è perfetta per biscotti dalla forma semplice. Il sapore è ottimo, né troppo burrosi al palato né troppo secchi da imporre necessariamente un veloce inzuppo nel thé delle 5 pm.

Ed è proprio così che ho fatto. Preparato al volo la frolla (si fa in un attimo), rassodata in frigo per un'oretta (se avete tempo anche qualcosa in più), acceso il forno, tagliato con le formine, infornato, messo su il thé al limone, sfornato, stiepidito, sgranocchiato. 

E subito sul divano di cui sopra con il thé in una mano, il biscottino nell'altra, a messaggiare il risultato del test all'Araba. Con la terza mano, ovvio.


Oltre alla classica forma tonda, ho voluto provare a intagliare la frolla usando la parte superiore di un tagliabiscotto a forma di abete, rifilato in orizzontale (in pratica ho tagliato via la metà inferiore dell'albero) e inciso la base in modo da creare un rettangolo sottile come vedete in foto. In questo modo, una volta cotto, il biscottino potrà essere poggiato sul bordo della tazza. 
Ovviamente non è d'obbligo decorarli ma se lo fate usando anche un poco di cioccolato sciolto in cui intingere una parte del biscotto e facendolo asciugare su carta da forno, il vostro thé sarà ancora più buono.

Grazie a Stefania per avermi anticipato questa ottima frolla e buona infornata a tutti!

15 commenti:

  1. Diciamo che allora hanno passato anche il tuo severo test :D più o meno ;)

    grazie Cri!

    RispondiElimina
  2. che belliniiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii li voglio fare anche io!!!!
    Annalisa
    ♥ ♥ ♥ ♥ ♥
    http://provarepercomprare.blogspot.it/
    http://dolcicreazionidiannalisa.blogspot.it/

    RispondiElimina
  3. bellissimi !!!! ms come hai fatto la decorazione?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho usato uno stampino per margherite, tagliando i singoli petali e attaccandoli sovrapposti alla frolla con un poco di gelatina di albicocche. un caro saluto

      Elimina
  4. Risposte
    1. Ciao Giulia, grazie per essere passata! un abbraccio

      Elimina
  5. Grazie! Per la ricetta dell'araba e per le decorazioni tue!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per il gentile commento! alla prossima :)

      Elimina
  6. eh ma non vale... qui ci sono tropppppppe prelibatezze! e un biscotto più bello dell'altro! ciao omonima, è bellissimo il tuo blog :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma grazie per essere passata di qua! :)

      Elimina
  7. Cara Cristina grazie di esserti aggiunta ai miei lettori e complimenti per la tua interpretazione degli aghi di pino. Quel verde mette allegria. Ciao da Parigi.

    RispondiElimina

Ultimi articoli