martedì 30 marzo 2010

Pulizie di Pasqua in credenza


Prima di fare la grande spesa per il menù di Pasqua, approfitto per svuotare e pulire le credenze da tutti i rimasugli. Non mi piace buttare mai nulla che ancora non sia scaduto quindi cerco sempre di utilizzare tutto ciò che è ancora buono ma che difficilmente riuscirei a utilizzare altrimenti.
Questa è una pseudo ricetta svuotacredenze
L'occasione è data anche dal mio nuovo stampo Wilton in silicone della Decora
Lo stampo è molto versatile, ci si può cuocere un impasto in forno oppure usarlo come stampo per creare le uova di cioccolato, e il bello è che cioccolato non necessita di essere temperato. Ma noi stavolta ci concentriamo sul ripieno.
Pronti a svuotare le credenze?
Gli ingredienti sono tutto quello che avete di parzialmente consumato, biscotti di ogni marca e tipo, dai pavesini alle fette biscottate, cacao, frutta secca da ridurre in granella, riso soffiato, cereali, cioccolato, bagne alcoliche e non, insomma tirate fuori tutto, controllate le scadenze e cominciamo.
Dopo aver sciolto il cioccolato a bagnomaria o al microonde o come vi pare, a  circa 30 °C, mettete lo stampo delle uova sulla bilancia e, in questo caso, coliamo circa 10 grammi di cioccolato all'interno di ogni cavità. Ruotiamo per far aderire il cioccolato in tutte le parti dello stampo oppure aiutatiamoci con un pennello per arrivare fino ai bordi.
Capovolgiamo lo stampo su carta da forno e mettiamo in frigo a rassodare. 15 minuti sono più che sufficenti.
Riprendiamo lo stampo e con un pennello spalmiamo nuovamente del cioccolato fuso.
Io avevo del riso soffiato ma potete usare anche la granella di frutta secca da far aderire allo stampo in modo da dare spessore e robustezza al guscio d'uovo.
Premiamo leggermente per far aderire i cereali e rimettiamo in frigo.
Nel frattempo riduciamo grossolanamente i biscotti, la frutta secca in granella, il cacao, insomma tutto quello che avete deciso di utilizzare. Aggiungiamo una parte liquida che può essere rum, io ho usato del marsala secco.
A questo punto aggiungiamo un generoso cucchiaio di nutella, amalgamiamo bene e mettiamo in frigo a rassodare un poco.
Tiriamo fuori dal frigo lo stampo e con l'aiuto del pennello ripassiamo con il cioccolato fuso i cerali per bloccarli al guscio. Altri 15 minuti in frigo poi tiriamo fuori stampo e ciotola per il ripieno.
Riempiamo le cavità con il ripieno pigiando leggermente con il cucchiaio. Se sentite un crack, vuol dire che avete pigiato troppo e si è rotto il guscio di cioccolato... Di nuovo in frigo ma stavolta, lasciamo il tutto per almeno un paio d'ore.
Trascorso il tempo prendiamo lo stampo, capovolgiamolo su carta da forno e con delicatezza sformiamo le mezze uova. Come vi dicevo, sebbene il cioccolato non sia stato temperato, lo stampo viene via molto facilmente.

Prepariamo un conetto con la carta da forno, riempiamolo con il cioccolato fuso e ripassiamo il bordo delle mezze uova per sigillarle. Usate sempre del buon cioccolato fondente con almeno il 70% di cacao. Io ho usato un avanzo di cioccolato gianduia per mere esigenze fotografiche.
Munitevi di guanti monouso per non rischiare di lasciare ditate sul cioccolato, fate aderire i due mezzi gusci e far raffreddare. 
Buon appetito!

18 commenti:

  1. bellissima idea! me la segno per il riciclo delle uova di pasqua che sicuramente avanzeranno ;)

    RispondiElimina
  2. noooooooo!!!!!!! ma e' un'idea favolosa...

    RispondiElimina
  3. ma che bello questo stampo!!!
    E le uova, golosissime!

    RispondiElimina
  4. ecco!!!! splendide, davvero. oggi son quello stampo sto provando a fare dei dolcetti.... poi di dirò come sono venuti!
    ma mi sa che ti copio gli ovetti!
    ciao cri

    RispondiElimina
  5. @ luxus: grazie luxus! segna, segna, vedrai che ti torna utile!

    @ araba: vuoi mettere invece che buttare tutti gli avanzi nel secchio? grazie stefania, sei sempre gentilissima.

    @ alem: sì, lo stampo mi piace molto perchè è versatile. per il ripieno, hai presente quelle palle nere ricoperte di codette al cioccolato che si trovano insieme alle pastarelle nel banco delle pasticcerie? Anche quelle sono fatte con tutti gli scarti di lavorazione, l'idea mi è venuta da lì e il sapore è molto simile. grazie per la visita!

    RispondiElimina
  6. @ babs: sono curiosa di vedere cosa ti inventi con lo stampo... l'aspetto degli ovetti è così carino pur essendo semplice che non ho voluto nemmeno decorarli...brava, copia pure e poi facci vedere!

    RispondiElimina
  7. Fantastica idea Cri!!!
    A presto,
    Michela

    RispondiElimina
  8. sei stata molto brava!!complimenti io non saprei davvero cme fare senza pasticciare troppo...no no meglio non rischiare..baci

    RispondiElimina
  9. @ michela: grazie michela! un bacio!

    @ scarlett: ma dai, questo è proprio un pasticcio, "ammischi" tutti gli ingredienti come vengono vengono...non hai uno schiavetto che ti ripulisce la cucina dopo?:D
    grazie della visita!
    a presto

    RispondiElimina
  10. Che belle e che buone che devono essere!

    RispondiElimina
  11. voglio quello stampo!
    che carini questi ovetti e complimenti per i biscotti qua sopra!
    ciao!

    RispondiElimina
  12. @ bietolin@: si, il ripieno è davvero buono, un pò calorico ma godurioso...

    @ furfecchia: carino lo stampo vero? non serve nemmeno decorare le uova, son belline già così...grazie cara, i biscotti son tanto piaciuti anche a me, i tulipani li ho messi sul comò e guai a chi se li mangia! un abbraccio

    RispondiElimina
  13. ma che meraviglia, sei veramente un pozzo di idee, questa da copiare sicuramente!!

    RispondiElimina
  14. @ k@tia: si, provala e usa tutto quello che hai da smaltire, anche alimenti salati come i crackers vanno benissimo. grazie per la visita! a presto

    RispondiElimina
  15. Anch'io sono in piena pulizia di primavera...gastronomica! Questi ovetti sono davvero fantastici, come tutto il tuo blog! Complimenti.

    RispondiElimina
  16. @ la cucina di qb: grazie mille, sono contenta che abbiano riscosso i vostri favori, in effetti m'ha dato un'enorme soddisfazione riciclare tutte le cibarie che nessuno di noi a casa si sarebbe sognato di mangiare in versione originale. Posso solo suggerire ulteriormente che non è assolutamente necessario usare uno stampo per uova ma è possibile fare delle palline e rotolarle nel cacao amaro in polvere o rivestirle di cioccolato fuso o di cocco grattuggiato ecc...scatenate i vostri istinti creativi! Grazie di essere passata di qua!

    RispondiElimina

Ultimi articoli